• Italiano
  • English
(+39) 055 216141 info@hotelcasadellago.com

Il Duomo

Il grande Duomo di Firenze venne progettato alla fine del Duecento da Arnolfo di Cambio ed è il frutto di diversi artisti nel corso dei secoli. Filippo Brunelleschi realizzò la cupola in stile rinascimentale, mentre la facciata che andò a completare questa magnifica opera di architettura , è del tardo ‘800. Ad arricchire la storia di questo monumento ci furono poi diversi interventi decorativi e strutturali, come le due sacrestie, il pavimento marmoreo del ‘500 e gli affreschi di Paolo Uccello e Andrea del Castagno. Nel 1412 la Cattedrale venne intitolata a Santa Maria del Fiore e fu eretta sopra la precedente, abbattuta nel 1375, che era dedicata a Santa Reparata; ancora oggi , nella zona archeologica sotto il Duomo, si possono ammirare i resti di questa Cattedrale con due campanili, molto ridotta rispetto a quella odierna. Nel 1293 la Repubblica fiorentina decise di realizzare una Cattedrale diversa, più imponente rispetto a quella di Santa Reparata e tutta la popolazione venne obbligata a lasciare , come testamento, una somma per la costruzione del Duomo. Sebbene la tendenza del momento fosse gotica, il Di Cambio pensò una Basilica con 3 navate che confluivano nell’altare maggiore, realizzò 2 campate e la nuova facciata. Purtroppo Arnolfo lavorò all’opera solamente 6 anni, dal 1926 al 1302, anno in cui morì. Alla sua morte Giotto venne incaricato di costruire il campanile, poi fu la volta di Andrea Pisano, autore della porta a sud del Battistero fino al 1348, anno in cui sopraggiunse la peste che dimezzò la popolazione . Nel 1349 venne chiamato Francesco Talenti che lavorò al progetto fino al 1359, completando il campanile e portando nuove idee: la navata centrale verrà divisa in campate quadrate, mentre le due laterali saranno rettangolari. Verso il 1370 la costruzione del Duomo era quasi finita e il progetto dell’abside a buon punto. Nel 1375 Santa Reparata venne rasa al suolo e il Duomo di S. Maria del Fiore era pronto per essere la nuova Cattedrale di Firenze. Molti anni più tardi, nel 1586,il Granduca Francesco de’ Medici decise di realizzare una nuova facciata e le sculture che vennero trovate, molte appartenenti ad Arnolfo, vennero smantellate e trasferite al Museo dell’Opera all’interno del Duomo.

Powered by: WHEI.T.A. Solutionwebdesign NazgDesign.com